GlamPuglia alla scoperta del talento di Francesca Derinaldis

Banner generico 728x90

Scopriamo il giovame talento di Francesca con la sua collezionde dedicata a Frida

Quando ho chiesto a Francesca questa intervista, ero a casa a guardare le immagini del contest internazionale di moda Fashion Puglia, ascoltavo gli XX, e mangiavo una barretta ai cereali.

Mentre sfogliavo, mi sono soffermato sulle immagini di una collezione che era volutamente ispirata a Frida Kahlo, ed era visibile.

Cercavo chi fosse il designer della collezione, e non rimango stupito dal fatto che fosse una donna, rimango stupito dal fatto che fosse una giovane donna.

La collezione era matura e allo stesso tempo innovativa.

Subito dopo faccio partire le mie ricerche da stalker social, e non ci metto tanto a trovare Francesca. Stava rientrando da lavoro, perchè grazie a quel concorso continua a sognare e a fare il lavoro che ha sempre desiderato.

È stata subito disponibilissima ed ha accettato subito di fare questa chiacchierata. Io a Bari, lei a Francavilla, vi dico solo che l’intervista è stata fatta nei momenti della giornata in cui Francesca era libera, ovvero quando era in treno. Quindi è stato bellissimo aspettare le sue risposte e sapere che fosse sempre in treno, quindi ib viaggio.Spero di essere riuscito a farle fare un viaggio interiore. Lei mi dice di si.

Francesca sono davvero felice di poterti conoscere e scrivere un articolo su un giovane talento come te.
Partiamo dal principio, da quando sai di voler vivere di moda? Nel senso, anche tu da piccola giocavi alla piccola sarta o è una passione che è cresciuta nel tempo?

Ciao, innanzitutto grazie per questa intervista. Beh che dire è proprio così, la passione per la moda mi accompagna sin da quando ero piccolina. Ricordo ancora che a volte invece di uscire a giocare con i miei amici, preferivo stare nella mia stanzetta a disegnare ciò che mi passava per la testa cercando di realizzare le mie idee con ciò che trovavo in giro per casa. Di questa mia passione ne vado più che fiera perchè è ciò che più mi piace fare.

Diciamo che vederti svuotare le dispense per creare da piccola avrà fatto arrabbiare tua mamma, che però oggi credo sia fiera di te. Secondo il mio punto di vista ti definirei un Talento Puro Pugliese, questo perchè dopo i tuoi studi presso l’Accademia del Lusso sei tornata a Francavilla. Quanto è importante la tua terra natia per il tuo lavoro, riesce ad ispirarti?

Assolutamente si. La mia terra natia è fonte d’ ispirazione perché ricca di tradizioni, artigianalità e passione.

Hai decisamente ragione. Parlavamo dei tuoi studi fatti presso l’Accademia del Lusso, poter studiare in un ambiente dal respiro così grande e internazionale ha cambiato il tuo modo di vedere la tua arte?

Si, il mio percorso di studi è servito tanto a coltivare la mia passione. Ha ampliato il mio modo di pensare a 360 gradi e questo è importante nel mondo della moda perché nulla deve essere lasciato al caso.

Ai giovani che si affacciano oggi al mondo della moda che consiglio daresti?

La mia esperienza seppur ancor breve mi ha insegnato che in questo campo bisogna essere sempre sé stessi e seguire il proprio istinto in qualsiasi cosa. Il mio consiglio è quello di essere umili, forti, perché questo non è un lavoro facile come può sembrare agli occhi di qualcuno. E soprattutto è fondamentale avere sempre un obiettivo da raggiungere.

Veniamo ai concorsi. Ne hai fatti alcuni come il Ferrari & Fashion. Dimmi un pò come è stata l’esperienza e che progetto hai presentato? Perchè sai il proverbio dice “Donne e Motori gioie e dolori” se invece accostassimo la moda, secondo me la visione cambia!

Il concorso Ferrari & Fashion è stato molto importante perché il primo dove ho partecipato come Francesca Derinaldis (quelli precedenti sono stati sempre in team).

Il tema era, appunto, il mondo della Ferrari e ho creato due dei quattro abiti che avevo presentato per la selezione.

Il colore predominante ovviamente è stato il rosso con forme fluide e morbide. Entrambi avevano elementi che ricordavano la Ferrari, dalla tuta che riprendeva i profili della Ferrari, all’ abito lungo che aveva un intarsio a F in morbido chiffon degradè che dal corpino scendeva fluttuante lungo tutto il vestito.

Un’ esperienza davvero unica anche perché la sfilata si è tenuta presso il Marco Simone Golf and Country Club di proprietà di Laura Biagiotti.

Veniamo alla collezione che però ha attirato la mia attenzione che è FREEDA, parlamene un pò!

Tutto è iniziato dal concorso internazionale Fashion Puglia. Il tema era a scelta dello stilista e io non ho esitato un attimo a scegliere come mia musa Frida Kahlo, perché simbolo di emancipazione femminile e libertà e anche icona di stile.

Forse è stato il concorso più difficile ma allo stesso appagante al quale io abbia partecipato. Appresa la notizia che ero stata scelta tra gli 8 finalisti, mi sono messa subito a lavoro anche perché la collezione da presentare prevedeva la realizzazione di sette abiti.

Sono stati mesi di duro lavoro, con parecchie notti passate in bianco ma non rimpiango nulla di tutto questo. È stato davvero emozionante vedere i risultati poi in passerella.

Pur non essendo arrivata tra i primi 3 sono stata scelta per un tirocinio formativo in ufficio stile presso Rossorame a Martina Franca.

Ho iniziato da poche settimane e devo dire che è davvero stimolante stare accanto ai designer e respirare ogni giorno creatività. Anche questa esperienza servirà per il mio futuro.

Congratulazioni! Che questo tirocinio si possa trasformare in un’opportunità di lavoro. L’arte incontra la moda, da sempre, è un incontro magico, un’ispirazione unica per molti. Vale anche per te?

Certo, in ogni mio lavoro cerco di coniugare sempre entrambe le cose.

Non bisogna mai avere restrizioni, anzi, ampliare i propri orizzonti e non avere limiti in ciò che si fa. I risultati così miglioreranno sempre.

I tuoi progetti per il futuro?

Pensando al futuro, mi piacerebbe avere un marchio tutto mio che si contraddistingua per stile e qualità.

Tassello dopo tassello spero di riuscirci quanto prima, sfruttando tutte le esperienze che la vita mi sta offrendo.

Ultima domanda. Secondo te la Puglia ha un potenziale forte nel mondo del fashion, e soprattutto come valorizzarlo.

La Puglia ha tantissimo potenziale sotto tutti i punti di vista non solo nel mondo del fashion.

Non bisogna mai rinnegare le proprie origini perché ciò che siamo ed esprimiamo è dato anche da questo.

Bisogna solo crederci con tutto il cuore!

Ringrazio ancora una volta Francesca, che ci ha fatto capire quanto sia bello poter lavorare sodo per raggiungere i propri obiettivi.

Se l’articolo vi è piaciuto, condividetelo e fatelo leggere ai vostri amici!

Seguitemi sui miei canali social

Facebook: GLikeGlam

Instagram: gerardo_carrretta

Lascia un commento

Banner Studenti 600 x 400